Letteratura americana, Narrativa straniera, Romanzo

Una telefonata inquietante

  «È il momento in cui ogni parola inizia a svanire prima che possa essere trascritta o addirittura letta, è in quel momento che ti accorgi di qualcun altro che a sua volta sta facendo ipotesi sulla loro conversazione, cerca di indagare chi sono, cosa faranno. Di quel qualcun altro, non si sa quasi nulla.… Continua a leggere Una telefonata inquietante

#letterapia, Letteratura americana, Narrativa straniera, Psicologia, Romanzo

Stoner e il Disturbo evitante di personalità

Quando mi chiedono di consigliare un libro, Stoner di John Williams è quasi sempre tra i primi. Non conosco una persona a cui non sia piaciuto, o che non ne sia rimasta affascinata in qualche modo. Ed è strano, perché è la storia di un ometto introverso, con un matrimonio infelice e un lavoro che… Continua a leggere Stoner e il Disturbo evitante di personalità

Letteratura americana, Narrativa straniera, Romanzo

La lunga strada per emergere

«Nella stessa sala però c’era un altro quadro - oh, era per quello che era corsa di sopra tanto in fretta! Era il suo quadro. Immaginava che essendo l’unica ad averlo a cuore, lui l’aspettasse. Quello sì che era bello. Le piaceva anche il titolo, Il canto dell’allodola. La campagna piatta, la luce del primo… Continua a leggere La lunga strada per emergere

Letteratura americana, Narrativa straniera, Romanzo

I sogni traditi di un giovane volenteroso

«Quando trovarono il cimitero segreto, capì che doveva tornare. Il gruppetto di cedri alle spalle del reporter televisivo gli rievocò il caldo sulla pelle, lo stridio delle cicale. Tutto questo non era affatto lontano. Non lo sarebbe mai stato». Colson Whitehead ha scritto un romanzo potente, che mostra il lato oscuro dell’America degli anni ‘60.… Continua a leggere I sogni traditi di un giovane volenteroso

Letteratura americana, Narrativa straniera, Romanzo

Se la strada potesse parlare, direbbe basta

“Mio padre mi ha passato una mano sulla fronte. Ho pensato al tocco di Fonny, a Fonny, tra le mie braccia, al suo respiro, al suo modo di toccarmi, al suo odore, al suo peso, a quella terribile e magnifica presenza dentro di me e al suo respiro che diventava strozzato, come da un filo… Continua a leggere Se la strada potesse parlare, direbbe basta

Letteratura americana, Narrativa straniera, Romanzo

Che fatica i parenti! La claustrofobia delle cene di famiglia

Iniziare a scrivere qualche modesto parere su questo libro non è facile. Mentre lo leggevo ero piena di idee, di propositi e di parole per descrivere quello che Paola Fox è riuscita a inserire in 237 pagine. Dopodiché mi sono trovata davanti al quadernetto su cui annoto i concetti chiave per queste recensioni e ho… Continua a leggere Che fatica i parenti! La claustrofobia delle cene di famiglia

Letteratura americana, Narrativa straniera, Romanzo, Uncategorized

Chi vorrei diventare

Oskar è il bambino di 9 anni che vorrei incontrare per strada, con cui vorrei intraprendere una conversazione sulla vita, sull’alimentazione, sull’etica e quant’altro, per poi sentirmi così piccola da voler tornare indietro nel tempo e mangiare quello che mangia lui a colazione per diventare così. È sveglio, malizioso, colto ed estremamente intelligente (sia per… Continua a leggere Chi vorrei diventare